Il paradosso dello sciacallo

Uno dei video che più stanno girando alla tv in questi tristi giorni è quello del terremoto che colpisce la casa del Grande Fratello. È l’unico sussulto di realtà nel malinconico teatrino che chiamano Reality. Chissà se avranno pensato che fosse un effetto provocato apposta dai loro burattinai.

I giornalisti televisivi, non tutti ma molti di quelli che ho visto io, si sono buttati sul terremoto come jene. È partita la caccia al morto più patetico, al bambino più abbandonato, al vecchio più disperato. Non c’era l’urgenza di capire l’altro, di stare vicino a chi sta male. C’era solo voglia di far vedere il dolore la morte e quanto piange il terremotato. E certe interviste paiono gli sfoghi del grande fratello e il giornalista chiede alla madre che ha perso il figlio “Cosa prova signora?”. Ma vi rendete conto? Ma che giornalisti sono questi?!

Anche loro sono figli di questa realtà fittizia che vogliono farci vivere e ci fa perdere il nostro cuore. Sono loro gli sciacalli e il ‘paradosso’ del titolo del post è il fatto che trasportano le dinamiche del reality, falso, sulla tragedia -VERA!- del terremoto.

Lascia un commento

Non hai trovato le schede che cercavi? Clicca qui!

 

Oppure clicca i tasti sotto per andare alle pagine con le nuove schede da scaricare gratis.

Un ultimo passo.

 

Per confermare l'iscrizione controlla la tua mail e clicca il link che vi troverai. Se non trovi la mail controlla nella cartella SPAM e la troverai lì. In tal caso segna la mia mail come 'Non indesiderata' altrimenti le prossime finiranno tutte nello SPAM.

A presto!

Gentile insegnante clicchi i tasti sotto per andare alle pagine con le nuove schede da scaricare gratis.